Traccia corrente

Titolo

Artista


Chiesti 29 anni di carcere per i turismofobici “Arran”. Palma

Scritto da il 13 Giugno 2022

Questo lunedì inizia il processo contro i 12 membri di Arran accusati di disordini pubblici per aver fatto irruzione in un ristorante di Port Vell lanciando coriandoli e proclami contro il turismo. Alcuni fatti per i quali la Fiscalia chiede la reclusione per complessivi 29 anni.
Quello noto come ‘Caso Confetti’, e che ora si sta giudicando, è avvenuto nel luglio 2017 quando una ventina di giovani hanno fatto irruzione in un ristorante del Moll de Vell di Palma, sventolando uno striscione con la frase in inglese “Il turismo uccide Mallorca” e hanno lanciato coriandoli ai clienti sulla terrazza.

L’organizzazione giovanile ha pubblicato anche un video sui social network sulla protesta.

Le organizzazioni Arran e Alerta Solidària hanno convocato questo lunedì, davanti al Tribunale provinciale di Palma, una manifestazione a sostegno dei 12 accusati del ‘Caso Confetti’ . Come riportato ai media sia da Arran che da Alerta Solidària, il concentramento avrà luogo alle 9:30, in Plaza del Mercat, davanti al Tribunale provinciale di Palma.

A questa concentrazione parteciperanno anche i rappresentanti del GOB e Terraferida e il deputato della CUP al Congresso Albert Botran a sostegno dei 12 imputati.

 

Fonte e articolo completo:  https://www.mallorcadiario.com/arranca-el-jucio-contra-los-jovenes-de-arran-que-irrumpieron-en-un-restaurante-y-protestaron-contra-el-turismo