Traccia corrente

Titolo

Artista


L’industria della musica elettronica prevede che il 2022 sarà l’anno del recupero

Scritto da il 28 Aprile 2022

L’industria della musica elettronica ha perso valore nel mercato, soprattutto nel 2020 con la pandemia, e anche nel 2021, sebbene da allora abbia già registrato una netta ripresa. La valutazione di mercato è oggi di sei miliardi di dollari. “Il valore è aumentato del 71% (2,4 miliardi di dollari) rispetto al 2020, ma è diminuito del 20% (1,5 miliardi di dollari) rispetto al 2019”.

Lo rivela un rapporto pubblicato oggi nell’ambito dell’International Music Summit (IMS), una piattaforma leader per gli affari, la cultura e l’istruzione nella musica elettronica globale, che ha pubblicato i risultati completi dell’IMS Business Report 2022 a Ibiza. Questo rapporto mostra anche che le ricerche di voli per Ibiza sono cresciute in modo significativo, sebbene non abbiano raggiunto livelli pre-pandemia, e che l’interesse per l’isola si è ripreso da parte dei clubber.

Questo documento indica che i festival e molti club si sono parzialmente ripresi nel 2021, sebbene le restrizioni abbiano reso impossibile soddisfare la domanda. Gli eventi sono stati ostacolati da ogni sorta di problemi legati alla pandemia.

I dj hanno resistito alla tempesta con sessioni da casa nel 2020, mentre nel 2021 hanno potuto tornare gradualmente sul palco ma con complicazioni sul lato tecnico, dovute alla carenza di chip e ai problemi di fornitura e trasporto.

Il rapporto sottolinea le nuove tendenze come Web3, Metaverso, NFT o tecnologia Blockchain: “nuovi modi di costruire relazioni monetizzabili con il pubblico”.

 

Fonte e articolo completo: https://www.noudiari.es/local-ibiza/la-industria-de-la-musica-electronica-preve-que-2022-sera-el-ano-de-la-recuperacion-tras-perder-millones/